Blog dei casi clinici di AGOPUNTURA - dr. Dante De Berardinis

1 LUG 2013
2

Bulimia e ansia

 Premessa: chi vuolesse  assistere alla video lezione su "Agopuntura e fumo" in differita, può registrarsi e poi seguire le istruzioni sul link  http://www.agopunturasida.it/rivedi.asp

 

Motivi della consultazione

Bulimia  da un mese: ha preso 8 chili.
Non riesce a controllare la voglia di mangiare.

Storia

La paziente , 50 anni, da alcuni anni e ha subito molti traumi affettivi tra cui la morte del marito 5 anni fa.
Da sempre ansiosa in terapia con anti depressivi e ansiolitici.
Insonnia grave nel senso che per dormire prende ipnotici  a dosaggio triplo del normale.
In particolare, però, non è successo niente prima  di un mese fa  che abbia  potuto scatenare la malattia.
Bisogna precisare che  di episodi di bulimia ne ha sofferto anche altre volte nel passato sempre  in periodi caratterizzati da riacutizzazione della sintomatologia ansiosa.

Terapia

  • CV15, Jiu Wei
  • ST40, Feng Long
  • SI18, Quan Liao (dalla seconda seduta)

Andamento clinico

Come sa chi la letto la  dispensa SIdA su “Agopuntura ed eccesso alimentare” , CV15 + ST40, sono i punti consigliati nella terapia per una fame ansiosa.  Dopo la prima seduta racconta che va poco meglio (forse per farmi contento) perché di fatto ha preso un altro chilo di peso.
Alla seconda seduta aggiungo SI18.
Il risultato è spettacolare.  Scomparsa della voglia irrefrenabile di mangiare a cominciare dalla sera stessa. La paziente si è sottoposta solo tre sedute di agopuntura.
Oggi a distanza di 3 mesi : miglioramento dell’insonnia di cui soffre da anni, ma la bulimia è scomparsa e  la paziente ha perso 6 chili.

Discussione

E’ chiaro che il punto SI18 è stato determinante per la risoluzione del caso. Ma perché?
La risposta è venuta fuori nell’ultima riunione di studio della SIdA (due giorni fa)  sui punti del meridiano principale del Piccolo Intestino.
Sembra che SI18 abbia la funzione di “regolare”, “bilanciare”  tutti gli orifizi della testa nel senso di equilibrare gli eccessi e i difetti. Ma soprattutto che agisce sui problemi degli orifizi quando la causa è
il Fuoco  vuoto cioè Fuoco  che viene da un vuoto di Yin. Se ricordiamo bene, infatti, uno dei sintomi caratteristici del vuoto di Yin è il rossore ai pomelli che è la zona dove si trova il punto SI18.
Forse anche questo sintomo è simbolico perché dei tanti vuoti di Yin  che ho trattato non ho visto mai i famosi pomelli rossi!
Il vuoto di Yin, oltre che dai famosi eccessi sessuali (che io penso sia lo stress), le gravidanze ravvicinate, le malattie croniche,  può essere  causato da eccesso cronico di desideri o di emozioni.
Ciò che suggestivamente è venuto fuori dalla riunione è che il punto ST40 era consigliato per la terapia da ansia cronica nella scuola della terra di Li Dong Yuan nel trattamento proprio del vuoto di Yin causato dai “5 ladri” cioè l’eccesso di desideri.

Li Dong Yuan consigliava di trattare il Fuoco vuoto con:

  • Il secondo triangolo  PC6, CV13, per aprire il Cuore
  • BL3, BL4,  per il fuoco che brucia la testa
  • BL39, punto He speciale  del San Jiao.

Lo stesso autore consigliava punti particolari per trattare il pensiero ossessivo:

  • KI9,                        rabbia
  • ST40,                     ansia
  • LU3, KI6,             tristezza
  • LR1,                       preoccupazione
  • KI4,                        paura

Quindi casualmente avrei trattato ST40 per l’ansia (secondo Li Dong Yuan) e SI18 come punto che comanda il Fuoco vuoto che “brucia” gli orifizi.

Jeffrey Yuen recita (non a caso è un monaco):

“SI18 , Quan Liao, si trova al centro degli organi di senso della testa. E’ il punto di riunione dei MTM Yang delle gambe, questi sono i meridiani che ci attivano , ci fanno muovere verso quello che vediamo, odoriamo, sentiamo e che potremmo voler mangiare , e SI 18 è nella guancia , al suo centro. Quando vi è  yin deficiente, possiamo avere  acufeni , visione offuscata , vampate , debolezza degli orifizi. SI18 è il maggior punto di sollievo per gli organi sensori, per stanchezza eccessiva degli occhi da studi , per eccessivo bisogno di ascoltare. Ha molto a che vedere con la cognizione. E’ controindicato l’uso su SI18 della moxa perché asciugherebbe i fluidi indirizzati verso gli orifizi…..….Eccesso di desideri…”

 Conclusione

Se è vero quanto abbiamo detto per questo caso clinico, si  potrebbe dedurre  che anche altre pulsioni fuori controllo degli organi si senso, non ultimo il fumo, si potrebbero trattare con il punto SI18. Poi si associa il punto specifico per trattare i pensieri ossessivi.
Se vi sono sintomi a livello del petto come precordialgia o dispnea si dovrebbe trattare anche il secondo triangolo con i punti PC6 e CV13.
Il problema insonnia non si è risolto probabilmente perchè si tratta dello stesso Fuoco vuoto che arriva al Cervello. Avrei dovuto seguire i consigli di Li Dong Yuan e trattare anche BL3 e BL4 + BL39.

Esempio

  • Bulimia (bocca) + Irritabilità e collera cronica: SI18, KI9
  • Dipendenza da videogiochi (occhi) + Tristezza cronica: SI18 , LU3
  • Etc.

Io farò altre sperimentazioni ma aspetto vostre conferme o smentite. Grazie.

  Dante De Berardinis

Commenti

  • Vi chiedo di aiutarmi se possibile con l’interpretazione di questo caso, che (in seconda battuta) ha qualcosa in comune con quello descritto qui sopra riguardo a 18SI.

    Donna, 65 a., viene per acufeni, che ha da 3-4 anni. Ha anche ipoacusia ma non vertigini. Sente "sempre" il rumore, si fa più evidente in silenzio, è bilaterale, "come se fosse nella testa". Il suono è "come una piccola cascata", acuto. Quando piega la testa su un lato sente come "una pressione".
    Altri dati: Vene varicose (probl. circolatori anche il padre), isterectomia, persona sensibile emotivamente (è pittrice, a volte si emoziona alle notizie), alti e bassi di energia, non suda e beve poco, bocca secca. Prurito agli occhi al mattino.
    Riferisce agitazione. E’ una persona che esprime molto chiaramente la SUA visione delle cose (d’altra parte è pittrice..).
    Polso (da prendere con le pinze, non ho molta esperienza coi polsi): fine, soprattutto al pollice, e teso. KI yin debole
    Lingua: secca, un po’ violacea, un poco tremula.

    Ipotesi: non risalita dei liquidi con ristagno in basso (e con stasi di xue) e non risalita agli orifizi

    Il primo trattamento è un po’ "disordinato":
    2GB, 7TB, 1TB a sx, 6SP, 39GB in moxa

    2GB come punto locale
    6SP per far salire i liquidi
    39GB per nutrire i midolli e i vasi attraverso il jing
    7TB come punto di TB per sbloccare xue
    1TB per liberare l’orifizio

    Ho usato 1TB solo a sx perchè era molto sensibile solo a quel lato.

    Nonostante la poca chiarezza della combinazione scelta, dopo il primo trattamento scompare l’acufene, però SOLO A DESTRA (riferisce che spesso i suoi problemi "cominciano a destra"). Passa anche il prurito agli occhi. Ho pensato di aver sbagliato a mettere istintivamente 1TB solo a sinistra, così - senza cambiare gli altri punti (solo ho aggiunto GV24, suggerito da Cygler, in II sessione) - nelle 2 sessioni successive ho sperimentato, utilizzando stessa combinazione della prima seduta con 1TB bilaterale e poi (III sessione) solo a sinistra. Nessun risultato, eccetto che dice che ha meno fame nervosa (con voglia di dolce, la sera), di cui non mi aveva parlato.

    Intanto mi dice che ha scoperto di avere ernia iatale (però quasi asintomatica), e dice che ha ritmi irregolari (pasti, dormire..).

    Perchè si è sbloccato solo un orecchio?

    Considerato il quadro del problema di "risalita" di liquidi e sangue, e il fatto che dopo la II-III sessione mi dice che nei giorni seguenti prima ha astenia, poi si riprende, penso che forse devo prima rendere disponibili più liquidi in alto, poi tentare di sbloccare. Così in IV seduta tratto:

    ST42, SP18, ST9, SI18, quest’ultimo visto che c’è fame nervosa si collega un po’ al caso descritto qui sopra.
    Risultato: alla IV sessione era venuta con un dolore al braccio dx, che aveva anche prima ma non aveva riferito, e che le passa dopo la sessione.

    Ok per la fame nervosa, ma ha avuto sonno "più leggero", si sveglia durante la notte.

    Suggerimenti?

    Claudio
    - 16/03/2014
  • Caro Dante, gli spunti di questo caso sono diversi. Il punto 18SI ha sbloccato il quadro clinico. Una chiave di lettura e’ che questo e’ un punto Liao per il cranio e sblocca le stasi e le latenze come i Liao del bacino. In questo caso le stasi sono nelle cavita’ del cranio, cioe’ gli orifizi e quindi tratta sia gli aspetti percettivi (occhi affaticati) sia quelli psichici (orifizi dello Shen). Non saprei se pero’ questo diventa un sistema sempre efficace per tutti gli stati di ossessione o dipendenza. Forse si. Non fa parte, pero’ dello stesso contesto di Li Dong, nel quale utto viene visto alla luce della trasformazione di liquidi e Qi operato dal centro. Da qui l’uso di 40ST, che poi e’ stato preso dalla MTC.
    Secondo me il caso e’ stato portato al successo dagli stimoli successivi, anche inefficaci sul momento ma che hanno sollecitato un cambiamento c(15 CV e 40ST sono due bei Luo) che non si realizzave finche’ non hai stappato il blocco degli orifizi.

    Grazie e sempre complimenti.
    Emilio

    Emilio
    - 01/08/2013

Aggiungi commento