Blog dei casi clinici di AGOPUNTURA - dr. Dante De Berardinis

4 MAR 2018
1

SI18 e dolore sacro-iliaco

Motivo della consultazione

Donna di 56 anni. Viene per un dolore sacro-iliaco che dura da un anno. Dopo  mia insistenza si scopre che il dolore è insorto dopo un periodo di preoccupazioni, gravi contrasti e malintesi con la figlia.

In questo anno si è sottoposta a varie terapie: fisiatriche, osteopatiche e infiltrative ma  senza avere nessun miglioramento se non temporaneo.

Diagnosi

  • Dolore da presenza di latenza nei Ba Liao

Terapia

  • SI18, Quan Liao

Andamento clinico

Il dolore sacro-iliaco è diminuito sensibilmente dopo la prima seduta ed è scomparso dopo la seconda seduta di agopuntura.

 Discussione e notizie del punto SI18

Molto spesso la puntura del punto Quan Liao risolve i dolori cronici a livello dell’articolazione sacro-iliaco, ma vediamo di trovare delle notizie sul punto per una possibile spiegazione teorica.

Probabilmente la paziente non ha eliminato il trauma emotivo ed in seguito al trauma emotivo non ha fatto una vera e propria malattia organica né psichiatrica (solo un po’ di ansia) perché è riuscita a mettere in latenza il problema a livello sacrale. Il passaggio avviene dal MP del Piccolo Intestino, SI12, verso il MP della Vescica Urinaria, BL11, da dove scende e viene bloccato ai punti Liao del sacro BL31-32-34-34. Qui, dal momento che il Jing di Rene era sufficiente, si è riuscito a bloccare il fattore patogeno. A volte il Calore dal MP del Piccolo Intestino passa alla Vescica e si manifesta con cistiti ricorrenti spesso anche emorragiche.

 Il punto SI18 si chiama  Quan Liao che può essere tradotto come “ Buco dell’osso della guancia”.

Altri nomi:

  • Dui Gu,  Osso della bocca
  • Quan Liao,  buco influente dell’osso
  • Zhui (martello) Liao (buco dell’osso)

Funzioni.

 Punto Liao

L’ideogramma Liao viene tradotto come osso o buco dell’osso. E’ un nome insolito per indicare l’osso. Osso come luogo e modalità di bloccare e tenere in latenza i fattori patogeni.

Il monaco taoista Jeffrey Yuen insegna che tutti i punti Liao[1], secondo alcune tradizioni,  possono essere considerati dei punti del MP del Piccolo Intestino. SI12 per trattenere il Vento mentre  il punto SI18 per mantenere in latenza il Calore. SI18  ha ben tre nomi per sottolineare la sua azione come punto Liao, buchi dell’osso. I buchi dell’osso sono considerati delle zone di latenza dove vengono relegate le emozioni o traumi che non si riescono ad eliminare e nemmeno a passare alla costituzione perché porterebbero a malattie gravi. L’organismo cerca in questi casi di tenere in latenza in attesa di tempi migliori quando si avrà (si spera) la forza per eliminare il problema.

Il Calore-umidità (vedi trauma psichico non eliminato) incubato  nel corpo può divenire Calore latente che si può manifestare  con una febbricola, un po’ di irrequietezza e labbra secche. Il SI è responsabile per il processo di detossificazione (SI4) per eliminare attraverso le urine, sudore e tonsille. Tiene in movimento queste tossine e prova a tirarle fuori dal corpo.

Espelle vento.

Tra i sintomi di Quan Liao troviamo: paralisi facciale, nevralgia trigemino, tic palpebre

 Apre tutti gli organi di senso.

Tratta i problemi agli orifizi da vuoto di Yin. Uno dei primi segni del vuoto di Yin sono, infatti, le vampate di calore a livello malare. Se la puntura del punto SI18 non è efficace bisogna trattare anche SI16 che è il punto  per aprire la guancia ed ha un’azione riflessa su SI18. E’ il centro degli organi di senso e riunione dei MTM Yang degli arti inferiori. Questi MTM del basso  sono quelli che ci attivano a muoverci,   infatti Il MP del Piccolo Intestino spinge la persona (il Cuore)  ad  andare verso il mondo, verso ciò che si sente e si vede. A causa di un vuoto di Yin  si possono avere acufeni, visione sfocata, vampata malare e deficit sensoriale. SI18 è il punto più importante per trattare tutti gli organi di senso, per eccesso di fatica fastidi degli occhi per l’apprendimento, per l’eccessivo bisogno di ascoltare, ecc. Ha molto a che fare con il cognitivo. E’ controindicato l’ uso  della moxa perché asciugherebbe i fluidi indirizzati verso gli orifizi.

Si prega si provare clinicamente a usare il punto SI18 nel dolore sacro-iliaco e poi mi fate sapere nei commenti.

Dr. Dante De Berardinis



[1] Punti che hanno nel loro nome principale o secondario l’ideogramma Liao: LI12-19, BL31-32-33-34, TH14-15-22-23, GB1-29-35, ST3, LR13, KI7, GV26

Commenti

  • Usato una volta, da solo, con ottimo risultato in algia monolaterale, risultato già dalla prima seduta. Grande DANTE 😀

    Andrea Finestrali
    - 04/03/2018

Aggiungi commento