Blog dei casi clinici di AGOPUNTURA - dr. Dante De Berardinis

27 OTT 2012
2

Riflessione a voce alta sui meridiani secondari, emozioni e sentimenti.

Dopo l’incontro di scambio dei risultati delle ricerche teoriche e cliniche  tra i docenti  della Scuola Italo-Cinese di Agopuntura (S.I.C.A.), organizzato  a Roma dall’A.M.S.A. (pres. Dr. C. Di Stanislao) e da Xin Shu ( dir. D.ssa R. Brotzu),  sono scaturite numerosi spunti di riflessioni.

E’ stata una vera e propria “Festa dell’Agopuntura” e ringrazio i colleghi per i loro preziosi contributi.

Ma veniamo alle riflessioni sui meridiani secondari e la loro relazione con le emozioni e i sentimenti

(Si consiglia la lettura  solo agli addetti ai lavori!)

 

Premesso che:

  • Il Jing circolante  è formato da Wei Qi + Ying Qi che sono energie acquisite con una radice innata.
  • Le  5 emozioni , Kan, (istintive, automatiche) sono in relazione con la Wei Qi e quindi con i meridiani tendino- muscolari (TM).
  • I 7 sentimenti, Qing,( energia cognitiva , controllo cosciente delle emozioni) sono in relazione con la Ying Qi e con i meridiani Luo.
  • Nel processo di apprendimento i TM trasportano la Wei Qi ai punti di riunione e poi al Vaso Governatore (Midollo) per  salire al cervello e attivano  lo stato di veglia (infatti i punti ting vengono usati comunemente per risvegliare !). Nel caso in cui vi è un FPE (fattore patogeno esterno) interviene i meridiano TM per eliminarlo ed evitare la progressione verso l’interno. Se il FPE penetra allora entra in campo il meridiano distinto (MD) che mette in relazione la Wei Qi con la Yuan Qi. Se anche il distinto non riesce ad arginare il FPE allora questi arriva alla costituzione nel vaso governatore il quale cerca ancora di arginare e a non farlo  salire al cervello scaricandolo verso la branca interna della vescica per i traumi fisici e verso la branca esterna per i traumi psichici.

Ne deriva che

Premesso che

 Ne consegue che:

  • Nel trattamento del distinto che è intermedio tra i TM e il GV si trattano i punti:
  1. Punti di riunione + punti interessati dal percorso del meridiano distinto
  2. Punti Jing distali all’opposto per trattare i TM
  3. GV 20 per trattare il Vaso Governatore
  4. Punti finestra del cielo per il passaggio dal midollo al cervello

 

Premessoche

  • Nel processo di apprendimento i Luo trasportano la Ying Qi verso i meridiani curiosi (costituzione) fino al midollo per poi salire al cervello: vedi Luo trasversale con i punti  Luo > yuan; vedi Luo Bie di fegato che arriva al Dai Mai; vedi  Luo Bie del Vaso Concezione CV 15 che arriva a GV 1.
  • Nel trattamento dei curiosi si usano i punti di origine e i punti chiave che sono dei punti Luo:

Ne deriva che:

Vaso Governatore – GV 1 (Luo)   Si 3 (punto Shu)

Vaso Concezione > Lu 7 > Luo

Chong Mai > Sp 4 , Luo

Dai Mai> GB 41 , punto Shu

Yin Wei Mai > PC 6 Luo

Yang Wei Mai > TH 5 Luo

Yin Qiao Mai > Ki 6

Yang Qiao Mai> BL 62

 

Vi sono però due  apparenti contraddizioni.

Prima contraddizione apparente.

Fanno  eccezione in GV e il Dai Mai che hanno come punti chiave dei punti Shu.

Bisogna ricordare che nell’antichità i punti chiave di questi due  meridiani  erano Si 7 (Luo) per il Du Mai e GB 37 )Luo) per il Dai Mai e che poi furono cambiati , si dice, perché erano più efficaci i punti Shu ma io penso che furono cambiati perché :

  1. Il punto Si 3 è il punto Shu di un meridiano Yang e pertanto ha la funzione di attivare l’eliminazione e nel nostro caso deve aiutare il Du Mai a scaricare il perverso in direzione branca della vescica
  2. Il punto GB 41 idem e deve attivare la funzione di eliminare del Dai Mai

Ne consegue che si propone di usare i punti chiave in maniera diversa:

  • GB 41 per attivare la funzione di eliminare del Dai Mai + GB 26-27-28
  • GB 37 per attivare la funzione di “consolidare del Dai Mai + GB 26, St 15, St 25, Ki 16.

Seconda contraddizione apparente

E i meridiani Qiao che non hanno come punti chiave né punti Luo né punti Shu?

I meridiani Qiao Mai sono definiti dal Nan Jing come meridiani Luo: rispettivamente Yang Qiao meridiano Luo di tutto Yang e Yin Qiao Mai meridiano  Luo di tutto lo Yin. Infatti come i meridiani  Luo portano alla costituzione e dai piedi salgono ed entrano in contatto con il cervello attraverso il punto BL1.

Nella loro funzione controllano la circolazione della Wei Qi nel suo percorso durante lo stato di veglia (Yang Qiao) e durante il sonno (Yin Qiao).

Ecco allora che sono Luo (Yin) e governano la Wei Qi (Yang)  ecco perché si dice che “sposano lo Yin e lo Yang”.

 Conclusione

Sia le emozioni che i sentimenti sono acquisiti cioè si imparano dall’ambiente su una base ereditaria comune rappresentata dalla Yuan= Yuan Qi + Yuan Jing+ Yuan Shen.

Le emozioni , Kan, represse (dall’esterno) interessano i TM poi i MD e poi il GV e la costituzione.

I sentimenti, Qing, repressi (dall’interno) interessano i Luo poi i meridiani curiosi e la costituzione.

Le ripercussioni pratiche sono innemerevoli ma ne parleremo con calma prossimamente aiutati dai casi clinici perchè la pratica clinica dovrà rendere vero il ragionamento esposto altrimenti "tutto questo pensare"   non  è servito  a niente.

Sono assetato di ogni critica costruttiva con alla mano un testo classsico.

Grazie per la pazienza a chi è riuscito ad arrivare fino a qui nella lettura

 

Dr. Dante De Berardinis

Commenti

  • Una piccola puntualizzazione. In ritardo vergognoso.
    L’anatomia ci insegna che in senso centripeto incontriamo prima i punti Jing distali, poi punti Luo e infine il punto di riunione del Distinto.
    Credo che i meridiani cosiddetti secondari, cioè quelli che si creano per disorientare il patogeno, per distoglierlo dalle autostrade della fisiologia con le quali guadagnerebbero facilmente gli ZangFu, abbiano una progressione di ingresso che va secondo la stessa progressione dei punti.
    Il Patogeno esterno (EPF) colpisce la periferia. Il corpo organizza una trappola che si chiamano tendino-muscolari (mtm) dove viene deviato/intrappolato EPF. Se mtm non sono sufficienti, Ying Qi interviene in aiuto di Wei Qi e la patologia va nei Luo. Siccome nel Luo sta il sangue, cioè lo Shen, si acquisisce consapevolezza del problema. Il Luo (al pari di mtm) per preservare le autostrade della fisiologia (Meridiani Principali) fa sbagliare strada al EPF, che nel frattempo è diventato Interno (IPF) . I Luo trattano il IPF come sanno fare, cioè lo accumulano nella sostanza fondamentale del connettivo che passa dal Gel al Sol. Normalmente di notte c’è l’elaborazione delle "tossine" accumulate. Se non elaborabile il patogeno forma "di abitudine " un Sol che è la cisti, il lipoma, l’accumulo, che corrisponde alla postura per i mtm: un atteggiamento cronicizzato. Quando il Luo è pieno, "vomita" i patogeni nel sangue e PC li periferizza nei capillari, formando un ristagno che testimonia il desiderio che quel sangue non giunga al Cuore. Alternativamente passa i patogeni ai Curiosi (8xv).
    Se EPF è particolarmente forte ( o tale per cui il Ministro /Maestro/Protettore/Costritture del Cuore ritiene che non debba essere portato alla conoscenza del Cuore) "salta" il Luo e arriva ai punti origine o alla riunione dei Distinti (DM) dove si sviluppa la latenza vera e propria.
    Tutto il resto è già stato scritto sopra.

    Paolo Brici
    - 05/07/2013
  • Sono ammirato (come al solito) per il lavoro espresso nelle poche righe che hai scritto e che ho appena letto. Trovo tutto molto logico e suggestivo, avrò bisogno di un po’ di tempo per digerire il tutto e farmi un’opinione più solida, resto però perplesso alle ultime parole "...con alla mano un testo classico". Ritengo che il confronto con la pratica clinica sia sacrosanto, ma sono restio a delegare il concetto di verità a un testo "classico" poiché penso che anche i testi classici siano portatori di errori, di malintendimenti, di errate interpretazioni etc. Il valore in essi contenuto ha fatto sì che attraversassero i secoli per giungere fino a noi, ma pensare che mai neanche una parola o una frase siano state trascritte erroneamente trovo sia almeno audace.
    Con profondi stima e affetto, Andrea

    Andrea Finestrali
    - 31/10/2012

Aggiungi commento