Blog dei casi clinici di AGOPUNTURA - dr. Dante De Berardinis

14 FEB 2014
3

Il desiderio: la mancanza delle stelle

Motivo della consultazione:

Donna di 39 anni, incinta alla sesta settimana. La gravidanza era desideratissima, era in cura già con l’agopuntura proprio per difficoltà a concepire dopo un aborto per ovulo bianco.

Chiama perché è angosciata, non dorme, la notte ha nausea, oppressione al torace, sensazione di svenimento, alternanza di brividi e caldo, incubi che si intrecciano a pensieri intrusivi che non la lasciano dormire e che  riferisce come "non suoi".

Pensa di non potercela fare e di dover abortire, si vergogna di pensare certe cose perché "non è lei". E’ angosciata, pessimista, allibita della sua reazione ad una cosa che aveva desiderato tanto.

 

Altri sintomi:

Sovrappeso, distribuzione del grasso "a mela", una gravidanza 4 anni fa con diabete gestazionale trattato con dieta, diagnosi recente di sindrome metabolica con ovaio policistico, sovrappeso e resistenza insulinica, grave emicrania con aura , ridotta dal secondo trimestre della prima gravidanza, trattata al momento con amitrptilina di profilassi e triptani al bisogno, sospesi dopo il test di gravidanza,lombalgia cronica. 

Diagnosi:

  • Non diffusione del sangue dal torace. 

Terapia:

  • HT1,  Ji Quan
  • KI9,  Zhu Bin

 

Andamento clinico:

 La paziente si sente immediatamente meglio, già dalla prima notte ha dormito, ma soprattutto si è sentita di nuovo lei, desiderosa e già affezionata a questa nuova gravidanza. Rimane nausea soprattutto la notte.

Pungo BL15 che gli autori francesi consigliano nelle nausee dell’inizio gravidanza quando la donna fatica ad accogliere il cielo, un cambiamento di vita: va subito meglio, la nausea ora è sporadica (tanto che teme che sia un brutto segno per la continuazione della gravidanza!) 

Discussione:

Spesso succede che al terapeuta vengano in mente i punti che ha più freschi di studio. questa volta è stato eclatante. Avrei pensato al HT1 per l’insonnia, ma poi ho trovato corrispondenza con tanti altri sintomi e mi è piaciuto molto pungerlo. 

Il punto HT1

Per Jarret allinea il cuore dell’uomo con quello del cielo, Ji denota l’importanza di allineare il cuore col centro dell’universo

Armonizza il qi, allarga il torace e ne propaga il qi, elimina il calore, combatte le nausee

Fra i sintomi troviamo: sudore notturno, perturbazione freddo del qi, insonnia, inquietudine, angoscia, pessimismo, sfiducia, depressione, infelicità, amarezza, dispiacere, rimpianto, oppressione toracica, nausea senza vomito

Dona la capacità di amare, di arrendersi a qualcosa che sento come più grande e che mi permette di affrontare un cambiamento (dagli appunti del dr. Massimo Selmi)

Nella relazione SP/HE e in particolare SP21/HT1: il cuore riceve dalla milza un sangue nutrito dalla ricchezza degli alimenti, lo Shen riceve uno Yi che trae origine dalla memoria. Ma il Cuore deve far circolare il sangue, senza ristagno, costantemente, per nutrire la vita in modo imparziale.

Che un pensiero ne cacci un altro non è il vuoto di cuore:  è un’instabilità che non è proficua. Ma che un’idea si fissi nella coscienza presenta il pericolo di chiudere il cuore a qualunque altra cosa; è un’idea fissa che porta all’ossessione...(da appunti di E. Rochat de la Vallé)

HT1 fa prendere coscienza, colloca, dà il Nome e distribuisce. Il pensiero senza nome e ristagnante diventa un’ossessione che non riconosciamo come nostra.(considerazione mia). 

Il punto  KI9

Il  punto KI9, punto di origine dello Yin Wei Mai, si punge spesso in gravidanza , ma mai come in questo caso mi sembrava importante preparare l’ospite e depurare le emozioni negative della madre verso l’embrione

Il dr. J.M. Kespi lo consiglia nelle ostruzioni dello Yin Wei che ci collega al cielo in quanto agente creatore yang (rispetto alla terra), governa le prime mutazioni dell’essere dopo il concepimento

Per Soulié de Morant interrompe qualsiasi trasmissione ereditaria o ancestrale...

Per Bigler e Rempp,  il meridiano curioso Yin Wei Mai  armonizza gli spazi yin e tramite il punto Ki9 svolge la sua funzione di radicamento, da Ki 9 parte una rete che gestisce l’organizzazione spaziale e funzionale della pelvi e del feto e riceve le informazioni, il piano di lavoro dallo zushaoyin.

 

D.ssa Paola Baldini

Info: pmbaldini@inwind.it

 

Commenti

  • Veramente la mia prima idea diagnostica era di una perdita di contatto del cuore col "cielo", cioè mi sembrava una disconnessione tra quello che pensava e sentiva e un disorientamento che le dava una paura congelante. Dentro di sé sapeva di desiderare questa gravidanza, ma non c’era più la sicurezza che questo si "potesse fare". Per questo ho pensato di trattare il cuore e dai sintomi anche fisici ho pensato all’HT1. E’ Dante che mi ha aiutato a pensarla più precisamente come una mancata diffusione del sangue dal torace che spiega le palpitazioni, oppressione toracica, -Ansia, gli -Svenimenti (non diffusione del sangue in periferia, cervello), l’-Infertilità (il sangue ristagna nel torace e non arriva all’utero HT1>LR13>KI13 (palazzo del sangue).
    Tra l’altro la donna, che è stata adottata, stava proprio in quel periodo intraprendendo un percorso per rintracciare la madre naturale, di un’altra nazionalità. Avevo lavorato sulla Zong qi che ha come luogo di formazione e di riserva Tanzhong. Ecco forse la difficoltà di continuare la linea degli ancestri in un nuovo essere a cui dare un "cognome"....

    Paola Baldini
    - 18/02/2014
  • Bello Paola, bellissimo, dal titolo in giù.
    Mi racconti il percorso tuo per arrivare a dire "non diffusione del sangue dal torace"? quali impressioni ti hanno guidato? Perchè in una gravidanza desideratissima?
    Grazie, Paolo

    paolo brici
    - 16/02/2014
  • Bellissimo caso, Paola. Grazie! Niente succede x caso!
    Francesca

    Francesca Di Marco
    - 15/02/2014

Aggiungi commento