Blog dei casi clinici di AGOPUNTURA - dr. Dante De Berardinis

29 LUG 2015
4

Anoressia e agopuntura

Motivo della consultazione

Donna di 26 anni, viene in studio per poco appetito e calo ponderale. Presenta anche ansia e depressione con  crisi di pianto frequenti. Dice di essere  “crollata” dopo un periodo di stress a causa della scuola. Racconta di un periodo di “eccesso di stimoli” lavorativi e di studio. Per questo motivo è stata costretta a lasciare gli studi.

Altri sintomi

  • Da piccola era molto timida
  • Dolore epigastrico
  • Spesso riferisce una lombalgia con peggioramento alla sera
  • Dorme la notte, si addormenta subito e al mattino non riesce svegliarsi e si alza a mezzogiorno e anche dopo.
  • Per un periodo ha sognato case diroccate
  • Molto irritabile
  • Non voglia di contatto con la gente e tende a restare a casa davanti al computer
  • Angoscia quando si sveglia, “pesantezza emotiva”
  • Varie intolleranze alimentari
  • Alvo regolare
  • Flusso regolare
  • Pelle secca, ittiosi.
  • Memoria buona
  • Alluce valgo

Diagnosi

  • Radice nodo di Tai Yin

Terapia

  • SP1, Yin Bai
  • CV12, Zhong Wei

Andamento clinico

Dopo la prima seduta  ha un notevole miglioramento, è più  attiva,  più sveglia mentalmente, sta meglio di umore, si è alzata  tardi come faceva prima  ma si è svegliata molto prima del solito.

Scomparsa dell’angoscia epigastrica. Ha ancora un po’ di ansia ma è meno irritabile.

Questa notte ha sognato che  dormiva e che facesse in incubo di un uomo con le corna  che la minacciava, ha provato un’enorme paura ma non si è svegliata.

Dopo la seconda seduta prende un appuntamento per sottoporsi alla terza seduta ma  disdice l’appuntamento dicendo che non ha più voglia di fare agopuntura. 

Discussione

Nella paziente ci sono segni di Polmone (pelle secca, depressione, difficoltà a svegliarsi la mattina) e segni di Milza (sogno di case diroccate, varie intolleranze alimentari, angoscia e dolore epigastrico) ma soprattutto sono presenti i segni di tutto il meridiano Tai Yin con un difetto della esteriorizzazione che si manifesta a livello psichico con il rifiuto dei contatti sociali e voler restare chiusa dentro casa, e, a livello fisico con la pelle secca che, in questo caso, può essere dovuta ad una mancata esteriorizzazione dei liquidi a livello superficiale.

Infine l’alluce valgo è un segno patognomonico di un alterazione del Tai Yin o dello Jue Yin.

Con la puntura di SP1 trattiamo il primo punto dello Zu Tai Yin (SP) mentre con il punto CV12 trattiamo il primo punto profondo del meridiano principale di Shou Tai Yin (LU).

L’inizio dopo un periodo di eccesso di stimoli e stress poteva far pensare al Luo Bie della Milza e trattare SP4 col martelletto e CV7 (punto Mu del San Jiao Inferiore dove arriva il percorso del Luo) oppure anche il punto HT1 che attiva la funzione di diffusione del sangue dal torace in periferia che a livello psicologico indica un uscire verso l’ambiente ma anche  HT5  (Luo Bie di Shou Shao Yin) che attiva la funzione della espressione nel mondo esterno.

Ma i vari sintomi associati ci hanno indirizzato verso l’interessamento spietato del Tai Yin.

La diagnosi sembra troppo giusta infatti quasi tutti i sintomi migliorano dopo la prima seduta.

Ma poi la paziente si rifiuta di tornare e continuare a praticare le sedute di agopuntura. Anche in altri casi di anoressia mentale ho avuto sempre gli stessi risultati e sempre con le stesse caratteristiche: migliorano da subito e poi si rifiutano di continuare la terapia. E’ come se non volessero stare meglio o quasi una paura di uscire da quella condizione.

 Ultimamente alcune pazienti con anoressia mentale sono state con l’uso deii punti per l’apertura degli “orifizi del Cuore” ( TH8, GB21, ST42, Yin Tang) che agiscono facendo prendere coscienza della malattia e della realtà, e poi di seguito i punti accoppiati del Cuore e Ministro del Cuore secondo la tecnica per far riprendere in mano la propria vita al Cuore-Imperatore. Si tratta dell’utilizzo delle coppie di punti di questi due meridiani: il primo punto del meridiano di HT con l’ultimo del meridiano di PC; il secondo di HT con il penultimo del PC e così via. Si tratta dello stesso trattamento delle dipendenze come ci ha riferito il monaco jeffrey Yuen.

 Dei punti del Cuore e delle coppie dei punti di HT-PC ne parleremo nel seminario precongressuale il 25 settembre in occasione del prossimo  congresso del Blog a Tortoreto (TE).

 Di seguito alcuni appunti sul punto Yin Bai a partire dai classici, da vari autori e soprattutto dai seminari di Jeffrey Yuen, come è lo stile solito della nostra scuola.

 Appendice sui Yin Bai

 Nome principale : Yin Bai

  • Yin (R.5790), nascosto, latente, misterioso, vivere in ritiro, la vita privata.
  • Bai (R.3757), colore bianco (colore legato al Polmone)

 Nomi secondari

  1. 1.     Yin Bai
  • Yin (5789), Yin di Yin\Yang
  • Bai (R. 3757), colore bianco (colore legato al Polmone)

           2.     Gui Lei

  • Gui (R. 2832), anima sensitiva, anima dei morti, fantasma.
  • Lei (R, 2979, bastione, fortificazione, accumulare

 3.     Gui Yan

  • Gui (R. 2832), anima sensitiva, anima dei morti, fantasma.
  • Yan (5739), occhio, buco,  scatola vuota ma chiusa per l’avversario.

  N. Van Nghi riferisce che è Yin Bai è uno dei punti di rianimazione nella sindrome cadaverica:

  • SP1(Yin Bai)
  • KI1(Yong Quan)
  • LU11(Shao Shang)
  • HT7 (Shen Men),

Noi specifichiamo che la S. cadaverica, a livello psicologico, potrebbe essere un ritirarsi dal mondo, essere morti per l’esterno.

 Riferisce anche che Yin Bai è uno dei punti della sudorificazione:

  • SP1,Yin Bai
  • SP2, Da Du
  • LU9, Tai Yuan
  • LU10, Yu Ji

 La sudorificazione corrisponde alla esteriorizzazione dello Yin e quindi anche dei liquidi verso il livello superficiale, la pelle.

 Sia nella sindrome cadaverica (che è un modo di chiudersi in se stesso), sia nella sua azione sulla sudorificazione si evidenza  la funzione di esteriorizzazione del Tai Yin che, secondo i francesi, è la caratteristica di tutto il livello Tai Yin.

 Da Cheng (Agopuntura e trattamento della febbre intermittente dell’autunno):

“Quando la malattia si localizza a Zu Tai Yin i segni clinici sono: tristezza, sospiri frequenti, anoressia, freddolosità e febbre: durante le crisi con vomito seguito da sensazione di benessere, bisogna pungere subito SP4, Gong Sun”

 La discussione sulla tecnica Radice-Nodo si trova le cap. 5 del Ling Shu.

Si legge che la radice di Zu Tai Yin è  Yin Bai e il nodo e a CV12. Secondo la scuola dell’A.F.A. è un modo per trattare insieme tutto l’asse Tai Yin che comprende sia Zu Tai Yin che Shou Tai Yin

 

Jeffrey Yuen, a proposito di Yin Bai (SP1) e Da Du (SP2) si lascia andare così[1]:

SP1 è uno dei punti del meridiani principale della Milza (Zu Tai Yin) più usati , insieme a SP4, SP6, per trattare i problemi del sonno e l’insonnia. E l’analisi dei sogni ci aiuta ad individuare quali punti dovremmo usare.

Il punto SP1 insieme a ST45 si usa nei soggetti che sognano troppo che è il segno che lo Yi (la mente) è troppo attivo.

SP1, come punto pozzo, apre gli orifizi. Con questo punto si cerca di tirare fuori l’individuo da quello stato onirico costante aprendo gli orifizi e facendolo uscire dall’interno verso l’esterno, per questo usiamo il punto Jing-pozzo e il nome Yin Bai vuol dire ritirarsi dal mondo:

  • Yin è il ritirarsi, nascondersi;
  • Bai , bianco, si riferisce al metallo quindi al mondo esterno.

Il nome significa ritirarsi dal mondo e stare in solitudine come fanno gli eremiti. L’andare via da tutti e passare il tempo nel proprio piccolo spazio.

E’ un punto che si può anche usare per la depressione che è anche un modo di ritirarsi nel proprio mondo interiore a parlare solo con se stessi con la presenza di un’enorme malinconia.

SP1si può usare per qualcuno che tende a ritirarsi dopo che ha avuto un’esperienza molto triste nella vita. Si usa per la malinconia, per la tristezza, per chi sospira spesso, per agitazione, dispnea e per quando c’è un costante bisogno di rilassare i Polmoni (ricordiamo che tutti i  punti che nel nome hanno l’ideogramma Bai, bianco, hanno una relazione  col Polmone) è usato per quando si ha una sensazione di oppressione al petto, come se qualcuno sedesse sopra al petto, (una delle indicazioni del punto Yin Bai sono le allucinazioni ipnopompiche insieme a ST45 e PC5) o anche per qualcosa che offusca la mente, qualcosa che rimane in testa o si sente che c’è qualcosa che non va.

Yin Bai (SP1) stabilizza lo Shen, lo àncora, quindi riporta le cose al Rene che viene quindi, in un certo senso, tonificato.

Infine è anche un punto Gui, fantasma, inserito  da Sun Si Miao nella prima tripletta insieme a LU11 e GV26”.

Qualche notizia sul punto SP2.

 Da Du, SP2, la grande Metropoli, scambio, quello che permette di conoscere di più il mondo una volta che a SP1 siamo usciti da noi stessi dall’essere eremiti.

 Quindi per esempio con il punto Yin Bai si è solo, magari si sta bene ma c’è una parte della persona che si domanda dove vanno le altre persone, ci si incuriosisce di sapere cosa succede al di là della propria  persona, quindi ci si spinge nelle città dove si ha più scambio di idee. Ai vecchi tempi la metropoli era il luogo dove ci si incontrava per scambiare i prodotti, era  anche un posto dove c’era diversità etnica.

SP2 significa ridiventare parte del mondo e sapere cosa succede nel resto del mondo. Quando si sogna ci sono molti pensieri che attraversano la mente, molte cose che si vedono, molti stimoli e molti significati, questa è percezione, mentre la mente dà il significato. SP2 è spesso associato al processo di associazione delle percezioni e al loro significato. Troppi stimoli offuscano la Milza.

 E’ anche un punto importante per resuscitare lo Yang. Non è nei nove punti classici  per resuscitare lo Yang, ma potrebbe essere stato benissimo incluso in questi. Riporta lo yang, lo riporta dalla sua inversione, quello che viene definito collasso. Stabilizza la mente e questo  ha senso in quanto punto fuoco, e in particolare stabilizza la mente in modo che non si venga ossessionati da tutti gli stimoli che arrivano. E’ un punto molto potente.  Per esempio una persona che arriva dalla campagna, non ha mai visto molto solo la natura e va in una grande città, dove ci sono molti stimoli, palazzi alti tutti ammassati assieme, una cosa abbastanza scioccante. Immagina come nei tempi antichi andare in una grande metropoli diventava una cosa molto stancante, ma non fisicamente più per il fatto che la mente riceve tutti questi stimoli, questo e Sp2, la difficoltà di digerire tutte queste informazioni, per es. qualcuno che dice ho avuto 20 sogni, sogna tutto il tempo. Questa è un’indicazione per SP2.

(Se vogliamo SP1 tonifica lo Yin di Rene e SP2 tonifica lo Yang).

Poi si scopre che ognuno ha i suoi impegni, questo è SP3.

Poi gli altri punti del MP della Milza fino a costruire una storia sul canale della Milza”.

 

 

 



[1] Da una lezione di Jeffrey Yuen tradotta e trascritta da Valentina Volpato

Commenti

  • L’azione profonda dei Ting è il tema della mia personale ricerca dell ultimo anno.
    Ho scritto un articolo che dovrebbe vedere la luce sulla Mandorla.
    Come da mia impostazione, si tratta più di meccanismi operativi che di meccanismi sempre riproducibili. Con 1SP, per esempio, cerco di rimettere in moto la razionalità per quello che dovrebbe essere, uno strumento utile a risolvere problemi, non a generarli e mantenerli.
    Questo concetto è, per me, comune a molta patolgia psichica "della terra" e non è solo col ting che provo.
    Comunque, se vuoi ti mando l’articolo, che magari tu (voi) ne trai ulteriori spunti...

    Emilio
    - 11/08/2015
  • Grazie a Enzo e a Emilio.
    Illuminante la frase: "SP1 apre gli orifizi chiusi dalla razionalità"
    Possiamo pensare che, dal momento che tutti i punti Jing-pozzo aprono gli orifizi, ogni punto Jing-pozzo abbia una funzione di aprire gli orifizi chiusi da un particolare meccanismo specifico?

    Dante
    - 08/08/2015
  • Caro Dante, il caso descritto è, come sempre, molto didattico. La prova che il trattamento era super centrato viene proprio dalla fuga della paziente. Anche io ho avuto molte di queste esperienze in casi di terrenoanoressico, e forse ne abbiamo anche parlato a voce. Appena cominci a toccare i meccanismi profondi della costruzione psicopatologica il paziente trova mille scuse per interrompere la cura. Ciò è abbastanza specifico della dinamica dei disturbi del comportamento alimentare, in cui si gioca lequilibrio tra metallo e terra.
    In questo senso ho maturato una specie di tecnica, il girarci intorno e noncolpire subito nel segno. Risulta inefficace, infatti, un trattamento troppo efficace, come il tuo :).
    A volte preferisco muovere le cose, dare piccole spinte e vedere se si scardina qualcosa nel controllo mentale, per poter andare più a fondo.
    A proposito di 1SP, aggiungo mie considerazioni Jeffriane.
    Punto Ting del controllo mentale. Apre gli orifizi del cuore CHIUSI DALLA RAZIONALITA’, quando quel ritirarsi dal mondo avviene attraverso l’innalzamento di una diga di logica e argomentazioni che non fanno una piega ma che poi non coincidono con i problemi della vita. Come dico in sintesi, quando la razionalita non risolve i problemi, ma li crea e li struttura, diventa il nemico. Sono mie deduzioni dalla pratica degli insegnamenti jeffriani, non il vangelo.
    Grazie per l’ospitalità e buon agosto a tutre le persone di buona volontà.
    Emilio Simongini

    emilioSim
    - 03/08/2015
  • A proposito di 1 SP Van Nghi lo usava spesso in associazione al 17 RM per le idee ossessive perché come punto vento serve a diradare "la nebbia che ottundisce la mente". La nostra esperienza in merito é assolutamente positiva.

    vincenzo garaffa
    - 01/08/2015

Aggiungi commento