Blog dei casi clinici di AGOPUNTURA - dr. Dante De Berardinis

7 DIC 2017
5

Sensibilità chimica multipla

SDR SENSIBILITA’ CHIMICA MULTIPLA (MCS)

 Caso clinico del dr. Gabriele Buttice’ (Agrigento)

 Motivo della consultazione

Maschio di 64 aa, riferisce da circa dieci anni  “osmofobia” per  tutti i detersivi, shampoo e profumi, appena li sente si scatena un mal di testa nucale a carattere gravativo, di intensità  NRS 6 che  peggiora in estate, con ogni tanto associata sensazione di mancamento e vede anche delle “onde” della durata di alcuni secondi, in assenza di nausea e foto fonofobia. Per tali disturbi aveva effetuato varie visite mediche e praticato terapia antistaminica senza benefici.

Altri elementi anamnestici:

  • indossa protesi acustiche da circa 20 anni;
  • consapevole di attacchi d’ira per un nonnulla;
  • ha cambiato lavoro da circa 10 anni occupandosi di muratura, nega cambiamenti di casa;
  • sogna ogni tanto persone che non conosce;
  • assume PPI e antipertensivi da pochi anni.

Terapia

  • KI6
  • KI8
  • ST9  

 (tutti punti monolateralmente  a sn perché di tratta di un uomo).

 Andamento clinico

Non cambia per nulla il disturbo, che rimane sempre quotidiano, ma scompare la visione delle onde e riesce a controllare gli attacchi d’ira.

Sulla scorta dei tiepidi miglioramenti e nel tentativo di fare depositare l’esperienza al cervello si ripete KI6-8,ST9 aggiungendo BL1

I primi 3 gg post seduta si osserva la scomparsa degli attacchi, è  riuscito a rimettere deodorante, crema da barba, un profumo che non metteva da tempo, non ha avuto fastidi con detersivi per la casa che non venivano usati  da anni; ma  poi ricompaiono i disturbi che appaiono perfino peggiorati, rimane il beneficio sul controllo dell’ira e sulla visione delle onde.

Dopo altre 3 sedute con gli stessi punti non si osservano benefici stabili, manifesta paura che l’effetto non duri nel tempo. La figlia riferisce che i disturbi sono peggiorati negli ultimi anni dopo il trapianto renale della moglie. Su domanda risponde di lasciarsi facilmente influenzare dall’ambiente esterno.

Terapia

  • Yang Wei Mai con TH5, GB35,BL63 + GB18, scelto per la sua azione sul naso

(tutti punti monolateralmente  a sn).

 

Andamento clinico

A cadenza settimanale si ripetono le sedute con graduale progressivo miglioramento dei sintomi. Inizialmente riusciva a tollerare la sintomatologia che progressivamente tendeva a scomparire del tutto. Dopo 5 sedute,  si punge  per altre 2 sedute GB20 al posto di GB18 e si tenta di aumentare la distanza tra una seduta e l’altra, ma dopo 15 gg riferisce che è ritornato come prima, dopo un ulteriore seduta senza beneficio si rivaluta la terapia. 

Terapia

  • TH5,  GB35, BL63 tutti bilaterali + GV17

Praticate ulteriori 2 sedute a distanza di 15 gg si osserva completa risoluzione delle crisi.

Discussione

 

La Sensibilità Chimica Multipla (MCS)è una malattia che pochi conoscono e che la maggior parte dei medici riconosce con difficoltà. A ciò contribuisce la notevole eterogeneità di sintomi e gravità ed il possibile scatenarsi in seguito all’esposizione a sostanze di uso estremamente comune (profumi, detergenti). Attualmente l’ipotesi tenuta in maggior considerazione, scartata ormai quella che si tratti di un problema di tipo psichiatrico, è che  la malattia sia causata da una ridotta capacità di metabolizzazione delle sostanze xenobiotiche a causa di una carenza genetica o della rottura dei meccanismi enzimatici di metabolizzazione a seguito della esposizione tossica.

Partendo da questa considerazione occidentale si ritiene che la sindrome possa scaturire da un deficit della rete di energia difensiva/Energia Wei a livello di superficie. I Meridiani Curiosi Wei hanno la funzione di mantenere insieme, legare l’energia rispettivamente a livello Yin per lo Yin Wei Mai e Yang per lo Yang Wei Mai[i]. Quest’ultimo nel legare l’energia difensiva-Wei Qi all’esterno crea una protezione al nostro organismo. Nei disturbi di tale rete protettiva, se è troppo stretta o al contrario troppo allentata, l’organismo si trova ad essere troppo permeabile all’esterno, diventa vulnerabile come una spugna. Tipici sintomi espressione di tale condizione risultano le premonizioni e la meteropatia anticipatoria.

Nel caso clinico non si avevano tali caratteristiche, ma una più generica suscettibilità agli odori esterni, con un peggioramento indotto dall’aggravarsi della salute di un familiare. La sintomatologia della testa risulta invece caratteristica, poiché lo yang non tenuto insieme, refluisce violentemente in alto con: vertigini, cefalea, alterazione orifizi della testa…sintomi caratterizzati da essere estremamente disabilitanti. All’origine di tali disturbi vi è in genere una grave paura che disorganizza lo yang. Il paziente molto introverso, presentava già dall’età giovane adulta disturbi uditivi che rimandavano ad un trauma profondo a livello Yuan/Rene, probabilmente poi la paura del trapianto della moglie ha fatto da elemento di ulteriore disgregazione dello yang.

Il trattamento dello YWM ha alla base costantemente l’uso di 3 punti:

  • TH5/Wai Guan: punto di apertura
  • GB35/Yang Jiao: punto Xi-Chiave.
  • BL63/Jin Men:  p. origine del meridiano che apre gli orifizi sensoriali per la riprogrammazione delle risposte a stress passati, rappresenta l’elemento  metallo è quello che ci permette di uscire nel mondo.

La scelta di utilizzare il punto GV17 derivava dalla indicazione clinica di tale punto Nao Hu per le vertigini.

Secondo Li ShiZhen risulta irrispettoso pungere gli 8 Meridiani Straordinari/Meridiani Curiosi bilateralmente. I trattamenti di Yang Wei Mai danno al paziente l’opportunità di rinnovare se stessi, di cambiare, di essere una persona diversa da oggi in avanti. Non so spiegare perché il trattamento bilaterale abbia dato una risposta più duratura rispetto ad un trattamento monolaterale, aspetto nei commenti l’esperienza clinica di altri agopuntori in merito ad un trattamento bilaterale versus monolaterale nel trattamento dei Meridiani Curiosi.

Non tutti i casi clinici di MCS rispondono al trattamento con YWM. Altri casi di MCS sono stati risolti da alcuni miei amici della SIDA con:

  • KI22, paziente estremamente ordinata e molto sensibile alle ingiustizie
  • Yang Qiao Mai con i punti: BL62, BL59, ST4, BL1

Evidentemente alla base della sindrome, come sempre avviene in medicina cinese, vi possono essere diversi meccanismi patogenetici.

 

Dr. Gabriele Buttice’ (Agrigento)



[i] Seminario congresso Alma 2017 J. M. Kespi 

Commenti

  • Signor Ivan le consiglio di recarsi presso un agopuntore ad una distanzacomoda a lei per poter effettuareun ciclo di sedute di agopuntura, può iniziare cercando nella lista degli agopuntori Sida nel blog per trovare chi le viene più vicino.
    Cordialità e auguroni
    Dr. Gabriele Buttice’

    GABRIELE BUTTICE’
    - 20/12/2017
  • Buona sera, ho letto la sua pratica con agopuntura su cliente affetto da mcs .
    Mi chiamo Ivan e soffro anche io di Mcs da 12 anni . Ho 67 anni e sono di Bologna . La diagnosi e del prof.Genovesi . La mia salute e peggiorata negli ultimi 5/6 anni con intolleranze praticamente a tutto .
    Cosa mi può consigliare dottore . La ringrazio
    Ivan

    Ivan
    - 19/12/2017
  • Buona sera, ho letto la sua pratica con agopuntura su cliente affetto da mcs .
    Mi chiamo Ivan e soffro anche io di Mcs da 12 anni . Ho 67 anni e sono di Bologna . La diagnosi e del prof.Genovesi . La mia salute e peggiorata negli ultimi 5/6 anni con intolleranze praticamente a tutto .
    Cosa mi può consigliare dottore . La ringrazio
    Ivan

    Ivan
    - 19/12/2017
  • Caso interessante e ben esposto. Nella mia pratica clinica trentennale ho sempre usato per le malattie croniche degenerative pungere bilateralmente i meridiani curiosi, seguendo gli insegnamenti del maestro Van Nghi che si ispirava per questo al Dacheng, riservando la puntura monolaterale alla sintomatologia per l’appunto monolaterale. Mi sembra che così facendo si dia una risposta più olistica. Condivido assolutamente l’uso dei punti citati che spesso ho usato con eccellenti risultati per patologie allergiche di origine esterna. Mi permetterei di aggiungere: perché non tonificare anche il Rene, magari con l’suo della Moxibustione...?

    vincenzo garaffa
    - 10/12/2017
  • Complimenti al collega Butticè per quanto fatto e scritto.

    Carlo D’Ammassa
    - 08/12/2017

Aggiungi commento